alto

left

Nel centenario dell’Istituto Superiore Forestale Nazionale l’Accademia Italiana di Scienze Forestali, in collaborazione con il Corpo Forestale dello Stato e la Regione Toscana, organizza il Secondo Congresso Internazionale di Selvicoltura che si svolgerà a Firenze dal 26 al 29 novembre 2014. Nell’attuale momento storico l’uso delle risorse forestali e quindi la selvicoltura stanno assumendo una importanza crescente nell’economia dei singoli Stati con effetti ambientali a scala mondiale. L’evento nasce dalla necessità di promuovere un efficace scambio di idee e di esperienze fra tutti coloro che si occupano di tali problematiche.

Il Congresso si pone i seguenti obiettivi:
― offrire l’opportunità di esporre una visione della situazione forestale a livello globale, al fine di analizzare le tendenze, stimolare gli organismi governativi, spronare le istituzioni di ricerca, interessare le associazioni che operano nella filiera bosco-legno e il mondo delle imprese e del lavoro;
― riunire le conoscenze e i connessi valori etici al fine di orientare la formulazione e la messa in opera di politiche favorevoli al settore forestale;
― mettere in evidenza l’innovazione scientifica e aiutare gli organismi di ricerca nazionali e internazionali a promuovere la pianificazione degli studi da realizzare nel prossimo futuro;
― promuovere l’elaborazione di un chiaro linguaggio forestale, la trasmissione interattiva della letteratura forestale e le nuove metodologie nel campo della ricerca;
― cooperare con gli studiosi dei paesi rappresentati per la diffusione dei risultati e per facilitare eventuali collaborazioni.

 

 

 

 

basso

One thought on “

  1. non sono un’esperto ma qualche volta osservo. Nel caso di specie mi sembra che tra gli obiettivi del congresso non colgo l’aspetto socio- operativo nelle politiche della cultura forestale (forse un esempio chiarisce la mia osservazione: bisogna educare, far amare la foresta diffondendone i valori,ma soprattutto stimolare e creare lavoro. Ed in merito, quando costeggio il bosco. vedo .. , boschi sporchi, sentieri scomparsi, canali di scorrimento idrico scomparsi; il sottobosco infestato da erbacce… pendii e scarpate che con un pò di pioggia franano..E che dire della politica di rimboschimento e di maggiore tutela sopratutto nei periodi di maggiore criticità dei boschi! ed infine che dire della politica del turismo verso i nostri boschi e/o zone protette. Si .certo gli investimenti sono stati dirottati verso altri settori economic a partire dagli anni 50,quale ad esempio verso il settore dell auto… !(Povera Italia:quanta cecità!)
    Ma io credo che comunque si può ricominciare da capo: basta Volere . E a questo secondo congresso va tutta la mia stima e plauso. Grazie

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...