2 Selvicoltura e salvaguardia del territorio

Referente
Francesco Iovino (Università della Calabria)

Sintesi
Il verificarsi di eventi pluviometrici abbondanti su territori resi vulnerabili dall’eccessiva antropizzazione e dall’abbandono di molte aree montane e collinari, determina effetti che, con sempre maggior frequenza, in Italia ma anche in diversi Paesi dell’Europa centrale e orientale, assumono caratteri di catastroficità. A fronte di tali evidenze le diverse attività selvicolturali, inquadrate nel panorama più ampio della sostenibilità della gestione, rappresentano gli strumenti attraverso i quali è possibile unire l’uso delle risorse forestali con la salvaguardia del territorio.

Tematiche

– recupero forestale di aree degradate e di territori non più utilizzabili per fini agricoli;
– aumento della complessità nei sistemi forestali semplificati;
– miglioramento dei boschi cedui;
– prevenzione delle cause di degrado dei boschi (incendi e avversità fitopatologiche ed entomologiche);
– i rapporti suolo-foresta nella salvaguardia del territorio;
– modalità di utilizzazione a basso impatto ambientale.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...