Sessione 8 – Innovazione e qualificazione del lavoro in foresta

Referenti: Raffaele CAVALLI (Università di Padova), Enrico MARCHI (Università di Firenze), Raffaele SPINELLI (Consiglio Nazionale delle Ricerche – CNR)

Il lavoro in foresta è un elemento che deve essere tenuto in considerazione nell’applicazione di una gestione forestale sostenibile. Infatti, le modalità di raccolta del legno e di esecuzione delle operazioni forestali hanno un ruolo chiave per il mantenimento e la valorizzazione delle produzioni forestali e degli altri servizi ecosistemici che le foreste garantiscono alla società. Per assicurare e mantenere questo ruolo il lavoro forestale richiede, in particolare nel contesto nazionale, una ulteriore spinta verso l’innovazione e la qualificazione. Un moderno approccio al lavoro in foresta dovrebbe considerare lo sviluppo tecnologico, la pianificazione, il monitoraggio e l’aggiornamento professionale, la sicurezza e l’ergonomia, con particolare riferimento ai seguenti aspetti:

 

  • l’utilizzo di macchine e attrezzature per le operazioni forestali, incluse quelle per le operazioni sui terreni pendenti;
  • le tecnologie per i processi di lavorazione delle biomasse forestali, includendo sia la filiera di produzione e lavorazione del cippato sia la filiera di produzione e lavorazione della legna da ardere, collegandole anche alla gestione del bosco ceduo;
  • l’interazione tra tecnologie e ambiente nelle utilizzazioni forestali, che include gli impatti e/o gli effetti prodotti dall’utilizzo di macchine e attrezzature sul suolo e sul soprassuolo, sulla qualità dell’aria, sulla fauna terrestre e acquatica, sul paesaggio.