S4

Sessione 4 – Selvicoltura, paesaggio e impatti sui cambiamenti dell’uso del suolo

Referenti: Carlo Blasi (CIRBISES), (Alessandro PALETTO (CREA), Giovanni SANESI (Università di Bari), Roberto TOGNETTI (Università del Molise)

Gli individui organizzano il paesaggio che li circonda in funzione del valore estetico e culturale che gli attribuiscono in un determinato periodo storico. Il paesaggio assume una valenza simbolica diventando un elemento che contiene proiezioni personali e collettive e nel contempo che rappresenta l’identità e la cultura di un determinato territorio in cui si ritrovano valori e credenze delle comunità locali. Secondo i principi dello sviluppo sostenibile, la gestione dei paesaggi forestali deve essere finalizzata al miglioramento della funzionalità e alla creazione di un valore aggiunto dal punto di vista ecologico, economico e storico-culturale. La gestione integrata e multidisciplinare del paesaggio è il principale strumento per la fornitura di servizi ecosistemici, utili a soddisfare i bisogni della società umana, e per la creazione dei paesaggi rurali del futuro. Il principale obiettivo della sessione “Selvicoltura, paesaggio e impatti sui cambiamenti dell’uso del suolo” è quello di analizzare gli attuali paesaggi agro-forestali, dal punto di vista sia ecologico sia socio-culturale, e la loro evoluzione nell’ultimo secolo a causa dei cambiamenti ambientali a livello globale e delle scelte gestionali a livello locale. I principali temi della sessione “Selvicoltura, paesaggio e impatti sui cambiamenti dell’uso del suolo” sono:

  • Paesaggi forestali culturali
  • Percezione sociale dei paesaggi rurali e coinvolgimento delle comunità locali nei processi decisionali
  • Paesaggi rurali del futuro a seguito dei cambiamenti ambientali globali e locali
  • Gestione integrata del paesaggio
  • Foreste ed agricoltura: conflitti e sinergie nella pianificazione sostenibile del paesaggio