Ricerca e trasferimento dell’innovazione nel settore forestale

Referente: Giuseppe Scarascia Mugnozza

Il settore forestale e del legno, a differenza della comune percezione dell’opinione pubblica, è caratterizzato da grande dinamismo e da rilevanti implicazioni sia di tipo territoriale-ambientale e sia in ambito economico-industriale. Recenti previsioni e analisi di scenario a livello europeo sembrano prospettare che, per la prima volta nella sua storia, l’Unione Europea (EU-27) risulterà deficitaria per la risorsa legno intorno all’anno 2020, proprio l’anno di riferimento per le strategie europee in campo ambientale e energetico. Infatti, la forte richiesta di legno per industria e l’aumento esponenziale dei fabbisogni energeticiprobabilmente non saranno più bilanciatidalla produzione forestale europeanegli anni tra il 2015 e il 2025, a seconda dei diversi scenari ipotizzati; l’Unione Europea diventerà quindi dipendente dall’esterno anche per questa importante risorsa strategica, a meno che non si mettano rapidamente in cantiere strategie europee e coordinate politiche nazionali che puntino ad una maggiore mobilizzazione della risorsa legno, affrontando al contempo le necessarie implicazioni con le politiche ambientali riguardanti la biodiversità, l’assorbimento del carbonio e la protezione idro-geologica. Peraltro, non solo in Europa ma nel mondo intero, le biorisorse diventeranno sempre più scarse e la base territoriale per la loro produzione sempre più preziosa, tanto da richiedere politiche integrate di gestione del territorio e dei servizi ecosistemici. Si aprono, dunque, prospettive enormi di avanzamento scientifico e di innovazione tecnologica su cui basare le politiche di gestione sostenibiledelle risorse forestali, per l’aumento della produttività di bio-materiali in un quadro di conservazione e miglioramento degli ecosistemi: solo così sarà possibile tradurre in realtà e gesti concreti l’obiettivo di una società sostenibile, eco-compatibile, ovvero fondata sulle risorse biologiche, rinnovabili, a basse emissioni di Carbonio e con un minore impatto sul nostro pianeta.

Nella tavola rotonda verranno coinvolti i rappresentanti dei principali attori che svolgono un ruolo fondamentale in settori chiave quali la politica europea, nazionale e regionale della ricerca, nell’innovazione tecnologica e industriale, della conservazione dell’ambiente e della gestione delle risorse forestali. L’obiettivo della tavola rotonda è di identificare priorità nazionali nel campo della ricerca e dell’innovazione della filiera foresta-legno e di favorire lo sviluppo di iniziative di collaborazione pubblico-privata in modo coordinato in ambito regionale, nazionale e europeo.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...