Sessione 2 – Selvicoltura, biodiversità e fauna

Referenti: Luigi MASUTTI (Accademia Italiana di Scienze Forestali), Renzo MOTTA (Università di Torino), Susanna NOCENTINI (Università di Firenze)

L’aumento della superficie forestale tutelata da vincoli naturalistici è la conferma che nel nostro Paese l’impegno per la conservazione della biodiversità è ormai recepito a tutti i livelli normativi e sottolinea la necessità di proseguire nell’integrazione fra uso delle risorse forestali e loro conservazione. Questo è oggi particolarmente importante perché la ricerca sta dimostrando che la diversità biologica può contribuire alla resilienza degli ecosistemi forestali, sostenendo la loro capacità di adattarsi ai cambiamenti.
La selvicoltura, se opportunamente pianificata e progettata, è uno strumento molto efficace per contribuire alla conservazione della biodiversità. Allo stesso tempo è di cruciale attualità la complessa problematica del rapporto fra alcune popolazioni animali e la conservazione della funzionalità degli ecosistemi forestali: la situazione vede un rapido susseguirsi di aumenti di densità, colonizzazioni, espansioni e contrazioni di areale di specie animali negli ambienti forestali del nostro territorio, mentre si registra ancora una scarsità di conoscenze del ruolo delle popolazioni animali sui processi dinamici e sulla biodiversità, e delle relazioni tra la fauna edafica e le fitocenosi dei boschi.
A tutto ciò si aggiunge il fatto che vi è sempre più l’esigenza di tradurre i risultati delle indagini scientifiche in indicazioni pratico-operative direttamente utilizzabili dai gestori.
La Sessione si propone come momento di discussione su questa ampia problematica, con particolare attenzione ai seguenti temi:

  • Rapporti tra selvicoltura, biodiversità, complessità e resilienza degli ecosistemi forestali
  • Quantificazione e monitoraggio della biodiversità forestale
  • Sinergie e criticità delle interazioni fra selvicoltura e fauna negli ecosistemi forestali
  • Efficacia delle strategie e delle politiche per la conservazione della biodiversità forestale in un contesto di cambiamenti globali